Quanto dura una partita di calcio?


Carlo · 08-08-2022

Quanto dura una partita di calcio?

La maggior parte di voi probabilmente sa che una partita di calcio consiste in due tempi da 45 minuti e un totale di 90 minuti. Ma in realtà ci sono stati diverse evoluzioni per arrivare al calcio come lo vediamo oggi. Ecco perché vogliamo rispondere alla domanda in questo articolo: quanto dura una partita di calcio?

Analizziamo anche la durata della pausa tra i tempi e chi decide quanto tempo deve essere ripetuto. Alla fine, le partite potrebbero andare ai tempi supplementari se c'è ancora un pareggio dopo 90 minuti.

La durata di una partita di calcio risale al 1866

Agli Inglesi piace vantarsi di aver inventato il calcio moderno. Mentre i primi esperimenti di giochi simili al calcio risalgono a 2000 anni fa, le squadre di calcio si sono effettivamente formate sull'isola accanto. Scuole private e università giocarono le prime partite che oggi sarebbero considerate calcio intorno al 1850.

Durante questo periodo, quando sono state create molte delle nuove regole, è stata determinata la durata del gioco. Si dice che una partita tra le squadre di Londra e Sheffield nel 1866 abbia portato a un accordo su 90 minuti di gioco. Quello era l'unico modo per determinare rapidamente chi fosse la squadra migliore. Questa regola dei 90 minuti è stata seguita in tutto il mondo e si applica ancora oggi nel calcio.

Quanto dura una partita di calcio: i primi 45 minuti

Sebbene ormai fosse chiaro che una partita doveva durare 90 minuti, inizialmente veniva giocata tutta intera. Perché la pausa dell'intervallo fu introdotta solo 10 anni dopo, nel 1875. Questo ha anche risposto alla domanda su quanto dura la prima metà della partita nel calcio, ovvero 45 minuti. Durante questo periodo, entrambe le squadre hanno l'opportunità di esprime al meglio il proprio valore, soprattutto fisico.

L'arbitro di solito fischia nel primo tempo. Secondo le regole, può anche essere rigiocato, ma in pratica questo accade raramente. Se ci sono stati fattori che hanno ridotto il tempo di gioco effettivo nel primo tempo, di solito si passa ai tempi di recupero dopo il secondo tempo. Spiegheremo più dettagliatamente il tempo di recupero più avanti in questo articolo.

La pausa tra le due metà è di 15 minuti

Con l'introduzione dell'intervallo, è stato poi possibile per i giocatori riposare durante la partita. Questo non è solo un vantaggio per i giocatori, ma anche per gli spettatori. Dopotutto, questo ti consente di offrire un ritmo molto più elevato durante il gioco, il che può portare a più possibilità e più obiettivi. Una pausa più breve è possibile se l'arbitro ed entrambe le parti sono d'accordo, ma non è comune.

Durante la pausa, l'allenatore ha anche un'altra occasione per preparare mentalmente la sua squadra per i restanti 45 minuti. Ecco perché non è raro vedere improvvisamente una partita completamente diversa nel secondo tempo. L'allenatore ha anche la possibilità di effettuare sostituzioni durante l'intervallo, il che significa che la squadra esce subito dall'intervallo con una formazione diversa.

Quanto dura una partita di calcio: i secondi 45 minuti

Nella ripresa si decide tutto. Questo mostra anche quanto siano importanti la forma fisica e la resistenza per i professionisti del calcio di oggi. Per essere in grado di mantenere il ritmo elevato per l'intera stagione, i professionisti non solo si allenano sulla resistenza, ma includono anche l' allenamento della forza nel loro programma.

Supportati dai loro stessi fan, alla fine del gioco ci sono spesso eventi carichi di emozioni che possono ridurre il tempo di gioco effettivo. L'arbitro somma il tempo perso, accumulato dal primo e dal secondo tempo, e permette alle squadre di recuperare. Nella prossima sezione, spieghiamo come viene calcolato il tempo di recupero e quando esattamente finisce.

Solo dopo il recupero è davvero finita

Se i due tempi sono finiti dopo 90 minuti di tempo di gioco regolare, nella maggior parte dei casi viene aggiunto il tempo di recupero. L'arbitro, con l'aiuto dei suoi assistenti, concorda per quanto tempo la partita deve proseguire. Si prendono come base il tempo perso a causa delle interruzioni del gioco. Questi includono, ad esempio, sostituzioni, intervento dei medici in campo, ma anche assegnazioni di cartellini e una generale perdita di tempo da parte di una squadra.

Alla fine, l'arbitro decide quanto dura davvero una partita di calcio. Spesso consente di ripetere da 1 a 5 minuti. Il tempo esatto sarà annunciato dal quarto ufficiale a bordo campo. L'arbitro non può quindi più abbreviare il tempo che ha impostato. Tuttavia, può farlo ripetere più a lungo.

Quanto dura una partita di Coppa del Mondo o Campionato Europeo?

Una partita dura 90 minuti più il tempo di recupero. Questo vale anche per le partite di Coppa del Mondo o Campionati Europei, con l'eccezione che negli ottavi di finale va ai tempi supplementari in caso di pareggio. Ciò significa che giochi di nuovo per 2x15 minuti con una breve pausa per bere e un cambio di squadra nel mezzo.

Se dopo è ancora un pareggio, alla fine si va ai rigori. Questo deciderà quindi definitivamente chi può lasciare il posto come vincitore alla fine. A causa dei tempi supplementari e dei calci di rigore, le partite a eliminazione diretta in tornei come la Coppa del Mondo, i Campionati Europei o la Champions League possono durare molto più di 90 minuti.

Conclusione: quanto dura una partita di calcio dipende anche dall'arbitro

Molti appassionati di calcio conoscono fin troppo bene questo vecchio detto, perché la fine la partita di calcio va avanti finché l'arbitro non fischia. Questo vuole essere un'allusione al fatto che l'arbitro spesso contribuisce con i minuti di recupero a determinare quale squadra vincerà alla fine.

Ti piacerebbe divertirti anche tu mentre vinci? Allora registrati ora gratuitamente nel nostro gioco di scommesse sui Mondiali e sui Campionati Europei. Ti garantiamo giochi emozionanti per questi grandi tornei!


Commenti (0)

Non sono stati trovati commenti.

Ufficiodifantacalcio.it

Un Fantacalcio per il tuo ufficio?

Ti piacerebbe un fantacalcio esclusivo per la tua azienda? È possibile! Con un fantacalcio da ufficio puoi rendere la tua lega esclusiva quanto vuoi. Aggiungi i colori e il logo della tua azienda, invita i tuoi colleghi e lascia che facciano i loro pronostici. Per rendere le cose più divertenti, lascia che squadre e reparti si sfidino a vicenda per vincere fantastici premi!

Ufficiodifantacalcio.it »